giovedì 14 giugno 2012

TARALLI SUGNA E PEPE


Ieri per l'onomastico di mio marito a gran richiesta da parte sua ho rifatto i taralli napoletani. In ogni festa qui a Napoli non possono mancare abbinati ad una birra bella fresca.
Ricordo con piacere quando sul lungomare c'erano tanti chioschi che li vendevano caldi, da bambina nelle calde sere d'estate io e le mie sorelle aspettavamo il ritorno di papà dal lavoro per la passeggiata a Mergellina. Noi giocavamo a far rimbalzare i sassolini in mare, a rincorrerci e tra un gioco ed una risata  guardavo mio padre deliziarsi con qualche tarallo ed una birra.
Ecco come vivevamo prima, di cose semplici, ci bastava stare insieme ed un tarallo completava la serata. 


Ricetta - sorelle Simili, dal libro Pane e roba dolce

500 gr farina 00 debole
150 gr strutto/sugna
200 gr mandorle non pelate tagliate a coltello
1 gr pepe nero -la quantità dipende dai gusti
15 gr lievito di birra
15 gr sale
230 ml acqua tiepida - dipende dal tasso di umidità


In planetaria inserire il lievito e 50 ml di acqua, per scioglierlo usare la mano perché il quantitativo è minimo.. Unire la farina, il pepe ed il resto dell'acqua. Mettere il gancio impasto ed impastare a velocità minima. Unire lo strutto, infine il sale. Quando l'impasto è ben incordato unire le mandorle.
Sistemare l'impasto ottenuto su una spianatoia, formare una palla e coprire a campana per 30 minuti.
Dopo formare un filone, schiacciarlo leggermente e tagliare in pezzi.
Allungare ogni pezzo, piegarlo su se stesso come una U e attorcigliarlo, infine unire i due estremi.
Sistemare i taralli sulle  teglie, infornare in forno statico caldo a 200 gradi per 15 minuti, poi 160 gradi per 15 minuti ed infine 25 minuti a 140 gradi.
Si conservano in sacchetti di plastica una volta freddi.




















10 commenti:

  1. Amo i taralli sai sotto l'ombrellone stuzzicano. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Peccato solo per le calorie. Ciaoooo

      Elimina
  2. Risposte
    1. Eh si. Ne sono rimasti solo due quindi mi toccherà rifarli in settimana.

      Elimina
  3. Ciao sono arrivato per caso nel tuo blog e devo dire che hai delle ricette molto interessanti perfettamente eseguite..mi metto tra i tuoi followers per continuare a seguirti.. passa anche da me.. mi farebbe piacere.. a presto..baci!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Da oggi ti seguirò anch'io. Ciaooo

      Elimina
  4. li ho sempre mangiati ma non conoscevo la ricetta, non male sono vneuti molto belli grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere sia stata utile la pubblicazione di questa ricetta. Ciaoo

      Elimina
  5. Semplicemente meravigliosi!! Grazie della visita e a presto!!!
    e.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...